Incongruentemente.

Mango a farlo apposta, al supermercato del quartiere è fiorita la stagione dei manghi e il nostro cesto della frutta è ora una montagna di grossi, gonfi e succosi, rossi e verdi scroti vitaminici a metà prezzo. Peccato serva una laurea in ingegneria strutturale per mangiarli, perchè si sa il mango è frutto insidioso, dal nocciolo grande e taccagno, che vuole la polpa tutta per sè e vende cara la pelle. E mentre mi spaciugo di succhi e polpe tropicali là fuori è fiorita la primavera e non si vede una nuvola da giorni qui, fatto decisamente degno di nota, nonchè sospetto: che stiano facendo esperimenti strani in previsione delle olimpiadi, come quei loschi di Pechino? Ricordi? Girava la voce che sparassero missili per scacciare il maltempo, e aumentassero il traffico per favorire i loro atleti, abituati ad allenarsi nello smog. Quanto amo il talento sportivo italiano e ancor più la creatività nel trovare sempre patetiche giustificazioni per le proprie deludenti prestazioni, come quel pallavolista là, che s’è inventato di crepare in campo. D’altronde con quella rete in mezzo e l’arbitro là sopra mica è facile tuffarsi per simulare un fallo. E mica è facile ora nemmeno per i delinquenti del borgo di Redbridge, ora che l’intero rione è sotto la vigile sorveglianza di telecamere installate dietro ogni angolo. Una violazione delle privacy che sei ben disposto ad accettare in cambio dei benefici che l’onnipresenza poliziesca comporta. Dice il cartellone: grazie alle telecamere a Redbridge negli ultimi tre anni abbiamo effettuato 2700 arresti, puoi stare tranquillo. Dico io: un solo quartiere, tre anni, duemilasettecento arresti… c’è proprio di che star tranquilli.
Ma adesso ti lascio, ho una lettera di licenziamento da scrivere.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Incongruentemente.

  1. ciku ha detto:

    mai mangiato un mango. di cosa sa un mango?
    come licenziamento? chi licenzi? cosa licenzi? perché licenzi?

    • miotsu ha detto:

      Un mango, che sia maturo al punto giusto mi raccomando, ha all’incirca la consistenza della pesca, un sapore motlo dolce, acido appena appena e un profumo fresco. Non fosse indiano direi pure che vale la pena provarlo, ma devo prima spiegarti come si taglia.

Lascia anche tu un Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...