Smorfia di marzo.

Stavo portando in giro il mio mal di schiena dalle parti di Bayswater, quando m’è apparso papa Wojtyła in una pozzanghera e m’ha sorriso. O forse era Putin, non so, in ogni caso non gridiamo al miracolo: il raffreddore mica me l’ha fatto passare. Non ci sono più le visioni di una volta: 88, la delusione, a ribadire tra l’altro la piega neonazista ch’ha preso il Vaticano. Sempre quel giorno, sempre a Bayswater, mi imbatto in nientepopodimenoche un “evento”, anzi, dirò di più: un “evento gratuito”, o per noi sempliciotti una fila di macchinacce parcheggiate in fila imitandomi Kit di Supercar, l’auto di James Bond e compagnia bella. Neanche alla sagra di Torri di Quartesolo sanno essere così tamarri. David Hasselhoff: 16. A completarmi il terno ci pensa invece la metropolitana, che al mio risveglio dalla pennica del viaggio verso casa mi si presenta con un pannolino usato lì, buttato a terra, a un passo da me, incoronato da avanzi vari di barrette al cioccolato, spiritosamente alludenti al contenuto del suddetto articolo per l’igiene del bambino. A giudizio unanime un ritrovamento che si aggiudica il primo premio tra le infinite variazioni sul tema zozzoni del trasporto pubblico londinese. Amore di mamma: 52. Bah, visto che ci siamo giochiamocene un altro, il programma della mia serata: 51, vediamo se indovini.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Smorfia di marzo.

  1. paulet1983 ha detto:

    51.
    Nella migliore delle ipotesi è “cespuglio, in generale”. Nella peggiore è “sega”.
    http://camporotondo.altervista.org/mioweb3/cabala%20smorfia/smorfia%205.htm
    Courage!

  2. argnesa ha detto:

    Allora.
    Sempre da http://camporotondo.altervista.org/mioweb3/cabala%20smorfia/smorfia%205.htm io metterei, nell’ordine delle possibilità:

    1) tuono, di cannone

    2) rabbino, incontrarlo

    3) affittare/affitto >> pagare l’affitto

    4) organo, strumento musicale

    5) salame, affettarlo (ma esiste il salame a londra?)

  3. miotsu ha detto:

    il Salame a Londra esiste, si chiama salami perchè le parole italiane vengono importate al plurale, come linguini, fettuccini, zucchini, pepperoni e cazzi e mmazzi. Esiste solo in forma già affettata tuttavia, il mio coinquilino dice che un suo amico una volta ne ha visto uno intero ma era buio e non ne è sicuro. Pagare l’affitto e sega erano sicuramente nel menu, anche se il clou della serata è stato decisamente il rabbino, incontrarlo.

Lascia anche tu un Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...