Evolution.

Le notizie del giorno: c’è un tipo dalle parti di Oxford, un accordatore di pianoforti, manco trent’anni, che ha deciso di risparmiare sull’affitto e dorme in un sacco a pelo nei giardini dei clienti. Ma lavarsi? Che domanda idiota, mi stupisco di stupirmene ancora. Nella pagina accanto il signore X, che per convenienza chiameremo Mr.Mona, mi sorride con quella faccia un po’ così (v.foto, cortesia di non so chi), orgoglioso della sua collezione: 1100 dischi, tutti, dico tutti, i singoli arrivati primi nella classifica pop inglese da quando questa esiste. Xxx can, praticamente c’ha in casa un letamaio. Vabbeh, checcivuoifare, la faccia dice tutto. A proposito di motivetti odiosi, devo cambiare suoneria della sveglia, perchè per quanto uno se la scelga con cura tra le migliori miscele sonore per partire di slancio, dopo che una melodia ti rompe i coglioni ogni mattina alle sei cominci pure ad associarla ad emozioni lievemente negative. La mattina alle sei per settecento mattine a fare quattro conti, cristo, settecento mattine. Più di due anni di routine, che barba che noia, non ci sarebbe poi niente di male, se la routine fosse quella del mona dei Simply Red: dice che tra l’84 e l’86 s’è portato a letto tre tipe diverse al giorno, ogni giorno, non una di meno, non una di più – sia mai. Fossi in lui mi farei vedere, e non solo là sotto. Anyway, che tu passi i tuoi giorni a misurare semilavorati in alluminio o a sifolare pulzelle dai pessimi gusti in materia di musica, e uomini, il tempo come se ne va, eh?, come se ne va. Ricordo di quando un pacchetto di Marlboro ti costava tremila lire, cristo che vecchio son diventato. Ancora più spaventoso, mio padre si ricorda di quando un pacchetto di Marlboro ne costava cinquanta di lire, quando si dice l’inflazione. Chissà, magari ai tempi di mio nonno ti pagavano per fumare.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Evolution.

  1. ciku ha detto:

    ricordo quando una pinovis costava 10 lire. poi 20. poi 50. poi non ne ho prese più. ma non mi piacevano neanche tanto. è che avevano un sacco di zucchero. quando poi finivi di ciucciarlo restava solo una menta fortissima che ero troppo piccola per apprezzare.

    (son 4 anni che mi sveglio alle 6. taci va’)

    • miotsu ha detto:

      Pinovis? Sei riuscita a trovare qualcosa di cui nemmeno Google è alla conoscenza. Ciku, le piramidi c’erano già?

      • ciku ha detto:

        cerco pure io e vedo che in un commento a un blog sono nominate. credo che fino a circa metà degli anni ’80 fossero ancora in commercio. ah, ero una bimbetta in clarks tarocche e wrangler di seconda mano ai tempi. cos’è andato storto???

      • miotsu ha detto:

        Assolutamente nulla. Ora le clarks, quelle vere, se le può permettere chiunque, come pure i wrangler. Le Pinovis invece se l’è inghiottite l’evoluzione darwiniana della specie dolciaria.

  2. magneTICo ha detto:

    ma delle tre, quante erano di carne? e quante di plastica?

    • miotsu ha detto:

      Che insensibilità, no wonder non sei come Lui, erano tre esseri umani, con la loro storia, i loro sentimenti, paure e sogni. E per Lui erano importanti, nella loro completezza di guaine per pene.

Lascia anche tu un Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...