Provare ad arrangiarsi.

Tanto per parlare di qualcosa di inconsueto per gli inglesi, qui a Londra nevica e in generale fa non caldo, cosa che si traduce in zero voglia di levarmi su alle sei del mattino. Fanculizzare la sveglia e decidere di andarsene al lavoro quando cazzo ci pare è delizia per il palato e libera lo spirito come poche altre cose – legali – ma ha pure i suoi lati negativi come, tanto per parlare di qualcosa di inconsueto per me, il sovraffollamento sotterraneo della metro nell’ora di punta. Si sta come l’autunno nelle scatole le sardelle, tra gli impiegati della city, ed è cosa se non soffocante sgradevole assai, soprattutto dopo che un quintale in palestra m’è atterrato addosso, craccandomi una costola. Maledetta pirateria anatomica, maledetta postura da pendolare, maledetto esaurimento scorte del mio antidolorifico preferito, altro che tentare manovre dannunziane, qui urge rimedio futurista: bisogna affidarsi all’astuzia, e all’osservazione scientifica. Divento scrupoloso indagatore dell’umano comportamento e noto che, per un qualche motivo ancora oscuro, chi porta al petto una spilla con la dicitura “Baby on Board”, viene immantinentemente fatto sedere in sorridenti manifestazioni di gentilezza e gratitudine. Ah, popolo puttana, il mondo è dei furbi ed io sono tra loro. Eccomi fabbricare al lavoro contraffatta tal spilla e presentarmi con l’amuleto in bella vista nel vagone più affollato di tutta la città, ma solo per scoprire, oi lasso, che qualcosa manca alla mia non troppo infallibile ricetta per il successo, e nessuno nessuno mi cede il suo posto. Forse devo provare con una spilla rotonda.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Provare ad arrangiarsi.

  1. magneTICo ha detto:

    mi hai dato una grande idea: domani mi presento in autobus con un cuscino sotto alla maglia e fanculo ai nonnetti che mi scroccano sempre il posto.

  2. argnesa ha detto:

    Una spilla con “Terminally ill” potrebbe dare risultati migliori, senza scomodare un povero cuscino.

Lascia anche tu un Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...