Redistribuire.

Raj se n’è andato qualche mese fa ormai, come vola il tempo, ancora ricordo la sua faccia mefistofelica, il naso adunco, l’espressione ottusa, di chi non abbandona mai il proprio binario, e le scarse capacità nel campo della programmazione ad oggetti. Ha trovato un lavoro in centro, per un istituto finanziario o qualcosa del genere, e questo giro non lavora più a ore, bensì a scadenze e a sentire Ramesh, che ancora lo vede ogni tanto, sembra non sia raro che se ne stia in ufficio fino alla mezzanotte. Del sabato. Questo succede quando bari sul curriculum e ben ti sta. Come si trova? Prende più soldi – è la risposta secca e semplice. E’ felice? Prende più soldi – ribadisce Ramesh con quel suo sorriso compassionevole, quello che usa con chi fa domande idiote. A Raj penso, quando accanto a me sulla metro si siedono due ragazzini indiani, ragazzini… c’avranno sì e no otto anni, e iniziano a scambiarsi messaggi con i loro fiammanti blackberry, come se la tradizione orale fosse cosa del passato. Sì lo so, non dovrei mettermi a fare la morale su queste cose, nè il nome di una marca, in fondo anche noi alla loro età s’aveva le penne multicolori, quelle profumate – quanto amavo l’azzurrina, all’anice – e i braccialetti-stecco che ti si avvinghiavano attorno al polso. Poi la stoffa veniva via, rimaneva l’anima in metallo e ti tagliava le vene. Ecco, non dovrei mettermi a fare il Savonarola, i tempi cambiano e la tecnologia è sempre più accessibile, che male c’è, ma lo stesso, quando vedo una sterlina cadere dalla tasca di uno dei due faccio finta di niente, poi con un rapido e italico colpo di mano la moneta è mia: la darò a qualche charity, o anche soltanto mi ci prenderò un mezzo caffè. Almeno questo giro Raj se ne sta in ufficio fino a tardi per qualcosa.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Redistribuire.

  1. ciku ha detto:

    perché non conosco i braccialetti-stecco?

    “ricordati che devi morire”

Lascia anche tu un Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...