Qualche numero.

Mai ho visto sul giornale del mattino titolo più cubitale, in rosso addirittura, e sorriso più foto(carta)igienico. Il sorriso viscido e inconfondibile del nostro, pardon – ah ah ah – vostro amato presidente del consiglio. Chissà da quanto lo sapevi, e non m’avevi detto niente, eh?, la storia del Mr. B., che se ne ripassa 8 in una sera, lasciandone altre 3, poverelle, al freddo e al gelo. O bambino, mio divino, vedessi come strabuzzano gli occhi le signorine della metro, come leggono attente ogni riga, alla ricerca di particolari pruriti o segreti da portare nelle alcove domestiche. Vedessi come per una volta i colleghi non irridono la mia italianità, fanno per dire qualcosa, poi abbassano lo sguardo umiliati. Sai chettidico, a pensarci a me il Berluscano non dispiace poi più tanto, e non solo perchè giustifica agli indigeni la mia presenza nel loro paese, in qualità di rifugiato intendo, ma pure per il biglietto da visita che potrò ora sfoderare durante le mie escursioni nel mondo della seduzione. “Chiama 7 amiche che stasera vi bungo bungo tutte quante!”
A pensarci, fatemi il favore, votatelo.
Ed ora, come promesso dallo stuzzicante titolo, qualche altro numero.
Oggi è il 21, l’equinozio, 12 ore di luce e 12 di buio, se si riuscisse a vedere il sole, io invece mi sono distratto e qualche giorno fa ho dimenticato il mio secondo anniversario in terra d’Albione, occasione sempre propizia per il bilancino del bravo bambino. Caro Babbo Natale, sono 2 anni che sto qua, a fare il bravo, 730 giorni senza quasi mai fare arrabbiare mamma e papà, che se ne stanno a 911 miglia da me. 5840 sono più o meno gli aerei che ho visto passare dalla mia finestra cercando di dormire, 32 quelli che ho preso, dormendovi tutto il tempo. 9 le volte in cui ho capito di non avere un abbigliamento adeguato all’occasione, 1 quella in cui me ne fregava davvero qualcosa, camminando verso l’ufficio del personale. 2 sono le volte in cui ho vomitato su una nave, incontabili le stelle che sono riuscito a vedere in mare, 2 ancora i marinai filippini che mi sarei portato a letto. 31 o forse più le altre interessanti statistiche da riportare in questo post, molte di meno quelle che ricordo. Ah sì, 6 le volte in cui ho pianto, come i chili che ho preso da quando ho iniziato a darci dentro col jiu-jitsu, ma è un caso, perchè vengono tutti dalle 5 pinte che mi bevo in media ogni volta che esco la sera. 0.47 litri sono una pinta, che moltiplicati per 5 fanno 230 e rotti centimetri cubi che ti ritrovi in panza, poco da stupirsi che sia passato al whisky. 9 sono i grammi che perdi quando muori, il peso dell’anima, 16 quelli che perdo quando scopo, il peso dei soldi. A proposito di soldi, 24 le sterline che mi sono portato a casa l’ultima volta ch’ho suonato per strada, 2 i testicoli bipedi che mi hanno lasciato la roba incustodita in Oxford Street – 3 i neuroni che si ritrovano a condividere, uno fa il pendolare come me. A proposito: 950 le ore che più o meno ho passato in metropolitana, meno di 4 in auto. 6 almeno le mie visite sul lavoro all’Amico Sexy in una settimana, 8 i giorni di fila in cui sono riuscito a non mangiare mai a casa, 3 gli anni di vita persi all’arrivo dell’estratto conto. 2 più o meno i minuti che ti sei perso arrivando a leggere fino a qui – e sono curioso: lasciami un commento tipo “sono arrivato in fondo”, 19 quelli che ho passato a scrivere. Tante le volte in cui mi sono ritrovato come un cane randagio, 0 quelle in cui mi sono pentito di partire.
1 saluto,
Miotsu.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Qualche numero.

  1. havana ha detto:

    fino in fondoooooo

  2. Federica ha detto:

    “Sono arrivata in fondo”.

  3. C5 ha detto:

    Sono arrivata fino in fondo, ma non mi sono bastati 2 minuti: sono ipermetrope, il chè significa che ho 12 decimi, che per 2 fa ben 24…son pesanti da scorrazzare su e giù per le tue 41 righe! Un bacio, e non piangere più :*

  4. magneTICo ha detto:

    Come riuscire a staccarsi del resto?

  5. ciku ha detto:

    24 sterline… buono, no?
    o no?

  6. pera ha detto:

    Arrivato in fondo!
    Esigo 2 delle 24 sterline che hai preso, per i pezzi che ho suonato io!!!!
    ciao

    • miotsu ha detto:

      lasciami le coordinate bancarie chè ti faccio un bonifico, o torna su presto che t’offro un caffè, anzi no, altrimenti ci mettiamo a suonare ancora ed entriamo in un loop infinito. potrebbe aprirsi un buco nero al cern.

Lascia anche tu un Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...